IDEE E PROGETTI 

 

Come recitano l’art. 2 e 3 del nostro statuto, “l’Associazione si ispira ai principi di carità, solidarietà e sensibilità verso i bisogni del prossimo come valore primo… e persegue fini di solidarietà sociale…”

E’ nostro desiderio:

Promuovere una cultura di pace e di solidarietà, attraverso il coordinamento e l’attività dei volontari sul territorio;

Realizzare progetti di solidarietà internazionale attraverso assistenza medico-umanitaria;

Realizzare progetti di scolarizzazione ed istruzione in territori disagiati;

Incoraggiare iniziative di formazione ed informazione sanitaria e di prevenzione della salute;

Sostenere lo sviluppo di micro-credito locale;

Cooperare in loco per lo sviluppo di progetti atti a promuovere la dignità delle persone.

 

I nostri progetti sono “semplici” ma concreti: realizzare “pole pole” (piano piano) piccole ma importanti cose, nei luoghi che conosciamo, agendo nel pieno rispetto delle culture e tradizioni locali, aborrendo ogni forma di colonialismo, sia pure culturale, esaltando e preservando la ricchezza dei loro valori, impegnando nella realizzazione degli stessi risorse umane locali.

 

Abbiamo realizzato

Dispensario

Chokocho è un piccolo villaggio di Pescatori, di circa 3000 abitanti, situato a sud dell’isola di Pemba. La maggior parte della popolazione vive in capanne fatiscenti fatte di fango, con gravi carenze di ordine igienico-sanitario, che durante il periodo delle piogge spesso vengono distrutte.

Sull’isola esiste solo un piccolo Ospedale a pagamento e 2 medici non specialisti, pertanto dopo le nostre prime esperienze sul posto è nata subito l’esigenza di costruire un Dispensario, che funzioni come pronto Soccorso oltre che come ambulatorio di medicina generale dove distribuire gratuitamente farmaci. In futuro lo stesso fungerà da laboratorio di formazione per figure professionali parasanitarie.

L’entusiasmo della popolazione ha spinto il Primo Ministro a donare a Yetu Africa 4000 mq di terreno su cui è in fase di ultimazione la costruzione di una struttura polivalente.

Scuola

L’altro grande capitolo che ci sta particolarmente a cuore è la scuola, che versa nella più totale indigenza data l’assenza dello Stato: mancano banchi, bisogna tinteggiare i locali, servono libri e quaderni.

Continuando quanto Luca ha già realizzato in proposito, abbiamo istituito un fondo cassa da utilizzare esclusivamente per le necessità della Scuola e degli studenti. Inoltre,  per aggregare i bambini e i giovani che dopo la scuola non hanno altre attività da svolgere, oltre alla squadra di calcio nella struttura polivalente saranno tenuti corsi di dopo-scuola e di intrattenimento con sala cinema e biblioteca.

Con lo stesso intento, Maria Giovanna in collaborazione con artisti locali vorrebbe costituire una Scuola di musica con l’insegnamento base della chitarra, con l’idea poi di poter fornire in futuro anche strumenti musicali di vario genere.

Micro-Credito

Oltre al Dispensario di cui potrà usufruire tutta l’isola, vogliamo incrementare progetti di micro-credito coinvolgendo anche la vicina isola di Panza, per far partire allevamenti di animali domestici o coltivazioni, con la realizzazione di orti da dare in affido.

isola di Pemba
IMG-20171029-WA0006.jpg
scuola

Design by Piero Ferrara

Copyright © 2015 YETU AFRICA

un'aula a Pemba